Terre. blog
880.jpg
Fausto Trucillo (Blogger)
faustotrucillo@terre.it
Idee geniali per sentirsi sostenibili (o quasi).
  • Pensierini

    Prima di costruire nuove città sostenibili andrebbero migliorate quelle esistenti.

    "Mamma posso mangiare il gelato?" "Solo se finisci la minestra". "E posso costruire una nuova città ecologica?" "Solo se finisci di rendere più sostenibili quelle che hai già costruito".

    Potrebbe essere questa una risposta ai vari progetti di città futuribili che stanno sorgendo in giro per il mondo sfruttando il tema dell'ecologia che va tanto di moda di questi tempi. Specie in Europa, dove la crescita demografica è abbastanza ferma, non si dovrebbe sentire molto l'esigenza di edificare nuove città, anche se sono ecologiche. Eppure i governi non la pensano così e via di progetti di nuove Green Town o Eco city. Ad esempio è recente la proposta di Gordon Brown di quattro nuove città sostenibili : sicuri che per costruire nuove case non c'era spazio nelle vecchie città, dove abbondano ancora le fabbriche dismesse? Nuove città significano nuove strade, più spostamenti e meno ecologia.

    Altri esempi di nuove insediamenti "sostenibili" sono Incheon in Corea del Sud e Masdar City negli Emirati. Ovviamente qui l'esigenza di nuove città è più pressante, ma siamo sicuri che costruire una città nel deserto sia un esempio di sostenibilità?

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Se possibile è meglio rendere più verdi e vivibili le città che già abbiamo costruito, anche a costo di farle crescere di dimensione, ma in modo dolce e sostenibile. Alcuni esempi? Senz'altro Vauban, il quartiere sostenibile e car free vicino Friburgo in Germania oppure Curitiba nel Sud del Brasile, città pioniera sul tema della sostenibilità. Senza dubbio due realtà da conoscere meglio prima di intraprendere nuove edificazioni.

Per inserire un commento registrati o effettua il login in alto a destra
0 commenti

Suggerimenti
Altri blog
Creative Commons License
i contenuti di questi blog sono rilasciati sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia.