Terre. blog
880.jpg
Fausto Trucillo (Blogger)
faustotrucillo@terre.it
Idee geniali per sentirsi sostenibili (o quasi).
  • Pensierini

    ..e a Copenaghen si contano i ciclisti.

    A Copenaghen, ma in generale in tutto il nord europa, chi va in bici non è considerato un poveraccio che non si può permettere un'automobile. Le amministrazioni comunali si prodigano non solo per consentire l'uso della bicilcetta in città, ma anche per promuovere e diffondere la cultura delle due ruote.

    Counting Bicycles

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Sul sito Copenhagenize, dall'eloquente sottotitolo "Life in the world's Cycling Capital", si possono trovare articoli ma soprattutto immagini di tutte le pratiche promosse dalla città e dai singoli cittadini. Vale la pena andare a farsi un giro (sul sito o meglio ancora direttamente in Danimarca) : non potete immaginare il numero di iniziative che sono presentate.

    Ne anticipo giusto due: la prima è il "ciclobarometro" che conta il numero di ciclisti che passano di fronte alla sede del Comune. Mostrare l'enorme numero di persone che vanno in bici è un modo per incentivare altri a seguire l'esempio: inoltre il 500000 che passerà sotto il contatore riceverà una bici in regalo.

    La seconda iniziativa è la cintura di sicurezza per le bici sui treni, in modo da poter trasportare il proprio veicolo senza problemi.

    Resta il dubbio sul significato del nome del sito, sta di fatto che è bello vedere un luogo dove andare in bici in città non è un atto di disobbedienza civile.

    Piccolo update: a Milano i cilcisti non contano. Non è passata la pedonalizzazione del quartiere Brera, per cui salta anche la tanto auspicata pista cilclabile che da Porta Nuova doveva portare al Duomo. Sul corriere ci sono più dettagli.

     

Per inserire un commento registrati o effettua il login in alto a destra
0 commenti

Suggerimenti
Altri blog
Creative Commons License
i contenuti di questi blog sono rilasciati sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia.