Terre. blog
1422.jpg
Emanuela Bussolati (autrice di libri illustrati)
e.bussolati@alice.it
  • in libreria

    E' vero che ci sono pochissimi libri per bambini con il papà come focus. Ma cominciano ad aumentare i titoli. Forza papà!

    L'infanzia è cosa da donne. Questo è un concetto ancora diffusissimo, tanto che tutto ciò che riguarda l'infanzia è considerato poco o nulla... almeno fino a quando non fa bussiness.

    continua a leggere


  • A primavera sbocciano libri, fiere, incontri convegni, nell'ambito della letteratura per ragazzi.

    Dal gran sfogliare di pagine, causa l'arrivo delle novità pronte per la Fiera del libro di Bologna, nasce un vento primaverile che trasporta operatori culturali, esperti, autori di testi e di illustrazioni su e giù per l'Italia.

    continua a leggere

  • in libreria

    Le fiabe che fanno paura, faranno bene oppure no?

    "Stretta la strada, lunga la via... dite la vostra che ho detto la mia!" Queste le parole che concludevano il racconto serale, indimenticabile, delle fiabe della mia infanzia: le fiabe di sempre. Quelle che ancora affascinano, al punto di essere illustrate da illustratori di altissimo livello, che sulle fiabe desiderano "dire la loro".

    continua a leggere

  • in libreria

    Che cosa significa aprire un libro e leggerlo a un bambino? E' davvero come aprire una porta su molte stanze? E' davvero come guardare il tempo che passa attraverso la clessidra delle pagine? E' davvero mettersi in gioco?

     

    Forse dopo tanti incontri con i bambini, dopo tanti convegni, dopo avere imparato le "regole per fare amare la lettura"viene voglia di rompere ogni tipo di schema, per evitare che poi ti si calzi addosso come una corazza e che vincoli il cervello. Fatto sta che ora in libreria si può trovare Tararì tararera, un mio libro, scritto con l'intenzione di rimettere alla prova me stessa, prima di tutto.

    continua a leggere

  • in libreria

    Moltissimi sono i libri che hanno come protagonista Babbo Natale, vero o finto che sia...

    Un Babbo Natale di che colore è? Rosso e bianco direi, dopo l'invenzione pubblicitaria della Coca Cola. Ma la domanda è più precisa: la sua pelle di che colore è? Nella tradizione africana Babbo Natale non esiste. Dunque deve essere un Bianco. Questo è quello che pensa un gruppo di bambini che passeranno il loro primo Natale in Francia e non nel loro paese.

    continua a leggere

  • cosa si vede fuori di qui

    Un tuffo nel salone del libro di Montreuil

     

    Girare nel Salone del libro di Montreuil è come nuotare in un mare pieno di pesciolini entusiasti di assaggiare alghe di ogni tipo. I bambini, in gruppo, o seguiti da genitori rispettosi della loro libertà, corrono eccitati a sfogliare i libri (nessuno standista particolarmente preoccupato di queste esplorazioni) li afferrano, tornano dai genitori sventolandoli: "sepasér maman!" "suilà, papà" e i genitori commentano, valutano, comprano... Poi accompagnano i bambini a farsi fare le "dédicaces" dagli autori e dagli illustratori, lì in persona, a scambiare qualche parola con i loro ammiratori, ad accontentarli con dediche generose e personali. Con allegria e senza impazienza. Una goduria!

    continua a leggere

  • in libreria

    Un libro per tutti i secondi... fra tre (o più)

    Alcuni libri hanno una qualità: quella di essere proprio i libri giusti se letti al momento giusto. Per esempio, un libro che fa ridere può essere il libro giusto, se letto al bambino in un momento di malinconia.

    La fiaba di Pollicino può essere il libro giusto per un bambino che si sente piccolo e un po' trascurato. Una storia poetica sulla nanna può diventare il tormentone di tutte le sere per un bambino che vi trova la sicurezza e i sogni che cerca.

    continua a leggere

  • futuro prossimo

    Se è vero che i bambini devono affinare i cinque sensi per imparare il mondo, lasciamoglieli usare.

     

    Io mi innamoro della carta. E dei formati. Degli angoli stondati, dello stile dei caratteri e di come è distribuito lo spazio tra testo e immagini. Naturalmente anche dei contenuti ma il libro ha una sua fisicità che li sottolinea e li rende appetibili. Un libro chiama, dal banco del libraio, soprattutto per questi aspetti. Poi si apre il frutto-libro e si assaggia per capire se il sapore delle pagine corrisponde al gusto che ha annunciato la copertina-buccia..



    continua a leggere

  • tutto ritorna

    Si parla di libri per bambini che non sono solo per bambini

    Tra i tanti libri illustrati che in questo periodo inondano le librerie, ci sono quelli per adulti-bambini o per bambini-adulti, non so. In ogni caso libri trasversali, che si comperano soprattutto perché piacciono a noi “grandi”. E’ una scelta onesta: ritrovare il gusto del gioco, delle belle figure, dell’ironia bambina non può che farci bene. Anzi, può essere una buona premessa di condivisione del piacere di leggere con un bambino, a patto che l’adulto sappia trasmettere con passione ciò che lo ha attratto in quel libro.

    continua a leggere

  • tutto ritorna

    A volte sembra di rifare gli stessi sogni: è così. Solo che sono "nuovi".

    “Il viola e il verde sono ormai dappertutto.

    E non tutti a Su si chiamano Su.

    E non tutti a Giù si chiamano Giù.

    Ci sono Su e Giù anche a mezza strada”

     

     

    “Ma quali sono quelli di sopra e quelli di sotto?

    Ogni tanto puoi guardare al contrario”

    Questi i testi finali di due libri dello stesso formato: il primo pubblicato nel 1973 e il secondo nel 2009.

    La distanza di tempo fra le due uscite fa pensare a un passaggio generazionale: i bambini di allora, avendo amato il primo libro, mai più pubblicato, diventati adulti, ne riportano in vita i temi.

    continua a leggere

  • in libreria

    Nell'oceano di libri in libreria, le copertine sono piccoli fari.

    Dalla fine di ottobre le librerie saranno alle prese con l'arrivo di una quantità impressionante di libri. Il che vuol dire che essere librai richiede muscoli, oltre che intelletto. Fino a quando non saranno sostituiti dagli e-books, i libri avranno un certo peso specifico, non soltanto nei contenuti... Arriveranno anche tantissimi libri illustrati. Il periodo in cui si vendono di più infatti è il Natale e gli acquisti si fanno a partire da novembre.

    continua a leggere

  • in libreria

    Nell’editoria italiana esistono libri che abbiano come “eroe” un bambino con la pelle scura?

    Questa la domanda che mi ha posto la conduttrice di un blog interessante. 

    Non intende riferirsi a libri che parlino di superamento delle differenze o  di “integrazione”. Di libri che trattano questi argomenti ne sono usciti molti, alcuni dei quali molto belli.

    Piuttosto invece è in cerca di  libri che semplicemente abbiano come personaggio principale un bambino marrone, marroncino, beige, nero… La domanda ha senso perché  vorrebbe offrire ai bambini  di pelle scura degli spazi di identificazione. Così come si regala a un  bambino che non dorme volentieri, un libro con un bambino che non dorme volentieri ma che risolve felicemente la cosa.

    Al primo momento mi sono detta: bella domanda! Giusto in Italia ha un senso, perché se si va in Inghilterra o in Francia, il problema non si pone: là la società è multicolore da tempo e le discriminazioni  semmai  sono a livelli più sottili.

    continua a leggere

  • libri ancora nuovi

    Sono curiosa, e cerco di scoprire che c'è di bello nel settore dei libri per bambini. Inizio con il libro di un vero esploratore.

    Mi piace aprire questo blog sui libri per bambini con un omaggio a un libro davvero speciale. L'ho avuto in dono da Enrico Poli, della associazione Treelab. La terremo d'occhio, perché organizza laboratori e giochi scientifici e propone un sacco di buone idee. Il libro si intitola Apotousiak, le petit flocon de neige.
    Sì, è francese ed è esaurito da tempo. Fu pubblicato da una delle prime case editrici dedicate ai bambini: Père Castor del gruppo Flammarion. Però è visibile sul sito del suo autore, Paul-Emil Victor.

    continua a leggere

Suggerimenti
Altri blog
Creative Commons License
i contenuti di questi blog sono rilasciati sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia.